Menu

A+ A A-

ZF investe nello stabilimento di Saarbrücken

Nei prossimi quattro anni, una cifra complessiva di 800 milioni di € sarà investita a Saarbrücken (Germania), il principale stabilimento per la tecnologia ZF legata alle trasmissioni. Con questo investimento, l’impianto sarà idoneo per la transizione dalle trasmissioni tradizionali per auto a quelle elettriche

Per lo stabilimento di Saarbrücken, la continua elettrificazione del powertrain rappresenta sia un’opportunità sia una sfida. “Guardiamo alla crescente penetrazione nel mercato di trasmissioni ibride avanzate, che dal nostro punto di vista rappresentano molto di più di una tecnologia ponte, come a un’opportunità,” afferma Scheider a Saarbrücken. “Con autonomie più elevate, dagli 80 ai 100 km, sono in grado di portare a termine la maggioranza dei tragitti in modalità elettrica e di aiutare la mobilità elettrica ad arrivare più velocemente a una svolta.”

Il portfolio ordini di ZF mostra quanto la tecnologia ibrida sia molto richiesta. ZF sta rispondendo a questo boom di richieste con un programma di investimenti per l’ulteriore sviluppo e la sostenibilità di questi prodotti che vale oltre 3 miliardi di €. A Saarbrücken, il principale sito dell’azienda per la tecnologia legata alle trasmissioni, ZF investirà nei prossimi quattro anni circa 800 milioni di € in impianti produttivi e sistemi, infrastrutture e nella rete di fornitori.

Se lo sviluppo verso la pura mobilità elettrica progredirà come svariati studi attualmente prevedono, le vendite così come la forza lavoro nello stabilimento di Saarbrücken caleranno, però, nel lungo periodo. In vista di ciò, ZF ha lanciato una serie di attività a Saarbrücken che hanno l’intenzione di aumentare in modo significativo la competitività dello stabilimento a livello internazionale. Queste includono, ad esempio, una serie completa di progetti IoT. Inoltre, queste iniziative utilizzano l’Intelligenza Artificiale (AI) per fornire ai dipendenti aiuti veloci e preziosi per prendere decisioni, aumentando così l’efficienza. “Il fatto che questi effetti avverranno nel giro di qualche anno ci dà l’opportunità di prepararci oggi per affrontarli,” afferma Stephan von Schuckmann, head of ZF’s Car Powertrain Technology Division. “Vogliamo preparare i nostri dipendenti per la mobilità del futuro con un’ampia gamma di opportunità formative e di qualificazione e con strutture lavorative più agili.”

 

Torna in alto

Gran Prix dei Network

Speciale Motor Show

Contatti Redazione

Il Giornale dell'Aftermarket
Via Eraclito, 10 - 20128 Milano
Tel. 02 89366322
Fax 02 89366330
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.